Dal Cairo alla Nubia + Marsa Alam – 13 giorni

Dal Cairo alla Nubia + Marsa Alam – 13 giorni
Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Tour realizzato su base privata per le visite al Cairo, Luxor ed Aswan, collegati in aereo e via tera (senza la classica crociera sul Nilo). Visite con guide locali parlanti italiano.

    Un’altra proposta dedicata a chi ha già effettuato la Crociera sul Nilo e vuole rivedere con calma, o dopo molto tempo, i vari siti archeologici. Oppure è una proposta anche per chi non desidera navigare sul Nilo. Un mix di città e di siti archeologici tra i più belli del Paese. Al termine del tour è incluso un breve soggiorno al mare a Marsa Alam, nota località balneare che si raggiunge in meno di 4 ore di trasferimento da Aswan. Naturalmente è possibile prevedere anche altre località su Mar Rosso, sempre raggiungibili via terra, oppure con volo via Cairo, volendo raggiungere Sharm el Sheikh.

    Il programma qui proposto è solo una idea e potrà essere rivisitato “su misura” in base alle proprie esigenze o in base a precedenti viaggi in Egitto.

    Partenza da Milano o Roma con voli Egyptair

    1° giorno: Milano o Roma – Cairo

    Partenza con voli Egyptair da Milano (o da Roma) per il Cairo. Arrivo, assistenza per il disbrigo delle formalità doganali ed ottenimento del visto all’arrivo. Trasferimento privato in albergo in città. Sistemazione per 2 notti presso lo Steigenberger El Tahrir Hotel 4*  o similare in centro città. Pernottamento.

    Possibilità di prevedere la sistemazione in Hotel di categoria 5 stelle come il Kempinski Nile (sempre in centro città) oppure il Marriott Mena House (a Giza, vicinissimo alle Piramidi ed al nuovo Museo). Supplementi indicati nelle quotazioni.

    2° giorno – Cairo: Piramidi di Giza, Sfinge e Museo

    Prima colazione e pernottamento in hotel. Giornata di visite su base privata e con guida locale parlante italiano. Si attende oramai l’apertura ufficiale del GEM, il Grand Egyptian Museum che si trova a Giza e che raccoglierà migliaia di reperti su una superficie prevista di quasi 500000 mq. La visita della giornata odierna sarà quindi organizzata in base  alla situazione del Museo.

    Quindi visita alle Piramidi e alla Sfinge. La Piramide di Cheope è la più grande del complesso, seguita da quelle di Chefren e Micerino. La Grande Sfinge si trova nella parte orientale del complesso ed è la più grande scultura monolitica al mondo.

    Per una visita alternativa… alla scoperta della Cittadella e delle Moschee. Alla mattina si raggiungerà, sempre con auto privata e guida di lingua italiana, la Cittadella che, dalla sua alta piattaforma rocciosa al margine della città, sovrasta l’orizzonte del Cairo. Fu residenza dei governatori dell’Egitto per sette secoli. Al suo interno i minareti di una delle moschee più famose del Cairo: la Moschea di Alabastro di Muhammad Alì. Quindi la Moschea di El-Azhar (la “splendida”), fondata dai Fatimidi nel 972 come luogo di culto e di insegnamento, è annessa a una delle università più importanti e antiche di tutto il mondo islamico. La moschea è ancora oggi uno dei più importanti centri di teologia islamica. A seguire la Moschea del Sultano Hassan, uno degli edifici islamici più grandiosi. La madrasa (scuola islamica) – che in questo caso funge anche da moschea – è stata completata nel 1362 ed è ritenuta il capolavoro dell’architettura mamelucca del Cairo. Possibilità di arricchire la visita con altre Moschee, come ad esempio la Moschea el-Qatal, fatta costruire nell’879 da Ahmad ibn Tulun, governatore di origine turca ma cresciuto ed educato in Iraq durante il califfato degli abbasidi. Questa moschea è la più antica d’Egitto.

    Oppure visitare il sito archeologico di Memphis e Saqqara, a circa 25 km a sud della città. A Memphis si trova una statua colossale di Ramses II che giace sdraiata, una sfinge di alabastro e alcuni resti della celebre capitale amministrativa dell’antico Egitto. Quindi Saqqara dove si trova la piramide “a gradoni” di Zoser, costruita nel 2700 a.C. e numerose altre piramidi, centinaia di tombe costruite a “mastaba” o scavate nella roccia e il famoso “Serapeo”.

    3° giorno: Cairo – Luxor e i suoi Templi

    Alla mattina trasferimento in aeroporto e partenza del volo per Luxor. Arrivo a Luxor e trasferimento in Hotel. Sistemazione per 3 notti all’Hilton Luxor Hotel 4* superior.

    Oppure, per un tuffo nel passato… soggiorno nello storico Sofitel Winter Palace 5*, costruito nel 1886 da esploratori britannici sulle rive del Nilo ed immerso in lussureggiante giardino molto curato. Supplemento su richiesta.

    A seguire visite, organizzate su base privata e con una guida locale parlante italiano, al complesso templare di Karnak, sulla riva est del Nilo, che è il più esteso ed importante complesso di edifici religiosi dell’antico Egitto dedicato al culto del dio Amon, Mut e Khonsu. Il Tempio che si compone di quattro aree principali, comprende opere architettoniche tra più belle e che rappresentano esempi unici dell’architettura egizia. Tra queste la grande sala ipostila con 134 colonne, che fu iniziata dal faraone Seti I e completata da Ramses II.   
    Quindi il Tempio di Luxor costruito durante il regno di Amenhotep III al quale, Faraoni successivi, aggiunsero colonne e statue. Il tempio è ancora usato come luogo di culto. Durante l’era cristiana, la sala ipostila fu trasformata in chiesa. Poi, per migliaia di anni, il tempio fu sepolto sotto le strade e le case della città di Luxor. Infine, la moschea di Sufi Shaykh Yusuf Abu al-Hajjaj fu edificata il tetto del Grande cortile di Ramses II. La moschea è stata conservata con cura durante la scoperta del tempio di Luxor e costituisce ancora parte integrante del sito.

    4° giorno: Valle dei Re, riva ovest del Nilo

    Prima colazione in Hotel. Giornata dedicata alle visite della riva ovest del Nilo, suddivisa in parte la mattina e parte nel pomeriggio.
    La Valle dei Re, il tempio funerario di Hatshepsut ed i Colossi di Memnone. Fin dal 2100 a.C., la riva ovest di Luxor era il sito privilegiato per le sepolture reali. I Faraoni del nuovo regno scelsero questa valle isolata dominata dal picco a forma piramidale. La valle dei Re ha 63 magnifiche tombe reali, ognuno di esse è molto diversa dall’altra. Il programma prevede la visita di almeno 3 tombe (tempo permettendo) ed include già anche la Tomba di Tut ankh Amon.

    A seguire si raggiungerà il tempio funerario di Hatshepsut – situato sulla riva ovest del Nilo sotto le scogliere di Deir el-Bahari, che fa parte della necropoli tebana. Hatshepsut fu l’unica donna faraone dell’Egitto la cui ascesa è stata determinata da una storia famigliare molto intricata e che, come Faraone, indossò abiti maschili, proprio come i suoi predecessori. I Colossi di Memnone sono due enormi statue di 18 metri di altezza, parzialmente distrutte da vari terremoti, che rappresentano il faraone Amenhotep III (Amenofi) in una posizione seduta, Le mani appoggiate sulle ginocchia e lo sguardo verso l’est del fiume.

    Se interessati, sarà anche possibile prevedere una visita alla Valle delle Regine, necropoli delle spose reali e dei loro figli sotto la XIXa e XXa dinastia. Qui si trova anche la spettacolare Tomba della Regina Nefertari (biglietto di ingresso per la Tomba, indicativamente euro 70 p.persona – è l’ingresso più caro tra tutte le Tombe), la meglio conservata di tutte le Tombe reali. Dopo anni di restauro e conservazione è stata riaperta nel 2016. Il suo interno è magnifico, perfettamente conservato ed è un susseguirsi di camere con iscrizioni e pitture dai colori vivacissimi. La regina è raffigurata con diversi abiti e mantelli ma soprattutto con l’altezza pari a quella del re, mentre nell’arte egizia le regine venivano rappresentate molto più piccole del sovrano. La Tomba è un dono all’Amore e Nefertari è qui rappresentata in compagnia degli Dei, mentre purifica traboccanti tavole d’offerta oppure mentre gioca a “senet”, simile al nostro gioco della dama…

    5° giorno: Templi di Abydos e Denderah

    Prima colazione e pernottamento in Hotel. Giornata di escursione, sempre su base privata e con guida locale parlante italiano, ai Templi di Abydos e Denderah. Abydos, fin dall’antichità è stato un importantissimo centro religioso collegato al culto dei morti: gli Egizi ritenevano che in questo luogo si trovasse la tomba del dio Osiride e perciò vi si recavano in pellegrinaggio. Il monumento oggi più interessante è il tempio eretto da Seti I (1304-1290 a.C.) e portato a termine dal figlio Ramses II. Dietro al tempio si trova un cenotafio ipogeo noto come Osireion, oggi scoperchiato, al quale si giungeva tramite un lungo corridoio; la sua struttura simboleggiava le acque primordiali e, al centro, la collina primigenia dalla quale aveva avuto origine il mondo. Anche Ramses II si fece costruire ad Abydos un tempio funerario: l’edificio, di dimensioni più ridotte rispetto a quello del padre, è però assai meno conservato.

    Tappa successiva è Dendera, celebre soprattutto per il grandioso tempio dedicato alla dea Hathor e fatto erigere da Tolomeo IX Sotere II (117-106 a.C.).  Il Tempio, che si sviluppa su quattro ettari di superficie con santuari e un lago sacro, ha un interno riccamente decorato con immagini e colori, diversi da altri Templi lungo il Nilo.

    6° giorno: Luxor – Aswan via terra

    Prima colazione in Hotel. Si lascia Luxor per il trasferimento, sempre con veicolo privato e la vostra guida che continuerà il viaggio con voi, verso Aswan. Il percorso via terra richiedere circa 3 ore di viaggio ma, lungo la strada, ci si fermerà per la visita di altri 2 importanti Templi, a Esna per visitare il tempio di Khnum e a Edfu per l’omonimo complesso templare. A Esna visita del Tempio greco-romano di Khnum. La particolarità di questo tempio, meno esteso dei precedenti, è la grande sala ipostila dalle colonne decorate con vivaci colori, alcune delle quali molto ben conservate dopo un attento restauro che ha restituito i colori originali. Pranzo libero in costo di visite, che sarà definito con la vostra guida.

    Quindi si continua più a sud per la visita al Tempio di Edfu che è tra i templi meglio conservati e tra più completi in Egitto. Il Tempio è dedicato al dio falco Horus, il figlio di Iside ed Osiride. La costruzione del tempio di Horus iniziò nel 237 a.C. durante il regno di Ptolemy III e fu completata dopo 180 anni. Al suo interno si trova un cortile colossale circondato da colonne dai capitelli floreali, al suo esterno le alte mure sono tutte decoratissime con giganteschi rilievi oltre ai muri del Mammisi (luogo della nascita) che sono decorati con scene della nascita divina di Horus.

    Tempo permettendo, in base alle visite precedenti, sarà anche possibile una veloce visita all’ultimo dei siti lungo la strada che porta ad Aswan: il Tempio di Kom Ombo dedicato al dio coccodrillo Sobek e a Horus. Il tempio fu costruito durante il periodo greco-romano sulle rovine di un tempio molto più antico. Interessante una parte del tempio dove sono conservate le mummie di molti coccodrilli.

    Arrivo ad Aswan e sistemazione per 3 notti al Sofitel Old Cataract Hotel 5* in Premier river room (che si trova nella parte nuova dell’Hotel). Possibilità di soggiornare nell’ala storica dell’Hotel, supplemento su richiesta.

    7° giorno:  Tempio di Philae ed obelisco incompiuto

    Prima colazione in Hotel e, alla mattina, visita del Tempio di Philae, dedicato alla dea Iside che si trova sull’isola di Aglika e che verrà raggiunto con delle piccole imbarcazioni costeggiando l’isola e con una vista del Tempio dall’acqua. Nel 1906, il tempio venne sommerso dopo la costruzione della vecchia diga e, intorno agli anni 80, fu prima smontato pietra su pietra e trasferito, quindi ricostruito esattamente, sull’isola dove ora lo si ammira. Oltre al tempio di Iside, dea della maternità, della fertilità e della magia, si trovano altri monumenti come il chiosco di Traiano, la cappella di Osiride, il tempio di Horus, il tempio di Hathor, la porta di Tiberio, la porta di Diocleziano e il tempio di Augusto.

    A seguire visita delle cave di granito rosa dove si trova l’obelisco incompiuto dell’epoca di Tuthmosis III la cui estrazione non è stata completata, probabilmente a causa della comparsa di fenditure nella roccia che apparse in una fase tarda della costruzione.

    8° giorno: il Grande Tempio di Abu Simbel

    Prima colazione e pernottamento in Hotel. Giornata di escursione ad Abu Simbel via terra, con un veicolo privato e guida locale parlante italiano. Il percorso richiede circa 2 ore e mezza lungo una strada in buonissimo stato che attraversa il deserto, in un paesaggio molto suggestivo).

    Il tempio di Abu Simbel è uno dei siti archeologici più suggestivi di tutto l’Egitto. Impressionante è la sua facciata con le statue di Ramses II alte oltre 30 metri ! altrettanto interessante è il vicino Tempio dedicato a Nefertari con le statue colossali che rappresentano Ramses e Nefertari con i loro figli. Gli interni dei Templi sono riccamente decorati con colonne, statue gigantesche e pareti che raccontano la storia del più importante faraone d’Egitto.
    Volendo, è possibile prevedere di soggiornare una notte ad Abu Simbel dove il migliore albergo è il “Seti I Hotel” che si trova in una posizione spettacolare sul lago Nasser (categoria 4 stelle, classificazione locale).

    9° giorno:  Aswan – Marsa Alam

    Prima colazione in Hotel e trasferimento, solo con autista ed auto privata, fino a Marsa Alam (circa 4 ore di trasferimento via terra). Arrivo e sistemazione per 4 notti allo Steigenberger Coraya Hotel 5* in Deluxe room  (trattamento di mezza pensione) oppure presso il Jazz Lamaya Resort 5* in Superior room (trattamento All inclusive).

    10-11-12° giorno: relax a Marsa Alam

    Trattamento di mezza pensione o All Inclusive (in base all’Hotel prescelto). Giornate libere per relax, attività balneari ecc.
    Situata nella parte orientale dell’Egitto, a circa 250 km a sud di Hurghada, la costa di Marsa Alam è caratterizzata dal mare cristallino, in cui a pochi metri di profondità si possono trovare suggestive grotte, tratti di barriera corallina completamente incontaminati e innumerevoli nonché coloratissimi pesci. L’entroterra vergine fa parte di un vasto territorio protetto ideale per entusiasmanti escursioni, e dove il blu intenso dell’acqua contrapposto ai toni caldi del deserto crea un contrasto di grande fascino.

    13° giorno: Marsa Alam – Milano

    Prima colazione in Hotel e giornata libera. Nel tardo pomeriggio trasferimento incluso all’aeroporto di Marsa Alam in tempo utile per la partenza con volo per l’Italia (diretto o via Cairo in base alla migliore coincidenza disponibile).

     

    Richiesta informazioni

    Sei interessato a ricevere informazioni sulle nostre proposte di viaggio?

    Clicca sul pulsante sottostante per inviare la tua richiesta.

    Altri itinerari interessanti

    Egitto

    Estensione a Hurghada – 5 giorni

    Programma di 5 giorni di estensione mare ad Hurgada con 3 opzioni di alberghi, cat 4 e 5 stelle. Questa estensione può essere abbinata a

    Expo Dubai

    Ricevi gratuitamente la guida PDF con i nostri itinerari.

    Compila il form sottostante