fbpx

Dove si trovano gli Emirati Arabi Uniti e come sono divisi

Dove si trovano gli Emirati Arabi Uniti e come sono divisi
Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Dove sono gli Emirati Arabi Uniti

    Gli Emirati Arabi Uniti sono una meta affascinante ed esotica che ogni anno attira migliaia di turisti.

    Costituiti come unione politica circa cinquant’anni fa, in precedenza erano chiamati “Stati della Tregua”; un nome particolare legato ad un’imposizione, risalente a metà dell’ottocento, degli inglesi nei riguardi di un gruppo di sceicchi che supportavano l’attività piratesca. Infatti questo territorio era conosciuto anche come “Costa dei Pirati”.

    Nonostante l’appellativo affascinante, al tempo sicuramente non era una destinazione turistica ideale.

    Nonostante un lungo passato fatto di nomadismo, dominazione di varie popolazioni e di commercio poco fruttuoso, oggi gli Emirati Arabi Uniti sono considerati territori molto ricchi e sviluppati, tanto da divenire l’oasi dorata della Penisola Araba; tutto questo grazie al petrolio, scoperto tra gli anni ’50 e ’60.

    La sua vivace economia dovuta ai proventi petroliferi, ha fatto sì che questa regione per gran parte ricoperta dal deserto, diventasse nel giro di pochi decenni un luogo di benessere con una particolare attenzione per il settore turistico.

    Geograficamente il territorio si affaccia sul Golfo Persico e in minima parte è bagnato dal Golfo dell’Oman. Situato in Asia sud-occidentale, questo Stato suddiviso e governato da più poteri, si posiziona nel sud-est della Penisola Araba.

    Gli Emirati Arabi Uniti non sono sottoposti ad un unico governo e sono invece suddivisi in zone facenti parte di un sistema federale, ognuna guidata da una monarchia assoluta ed ereditaria. Nello specifico gli Emirati sono sette, ovvero i famosi Dubai e Abu Dhabi, Ajman, Ras al-Khaima, Umm al-Qaywayni, Fujaira e Sharja.

    Sicuramente conoscerai già qualcuna di queste mete, ricche di cultura e attrattive turistiche, e di seguito vogliamo darti qualche idea per organizzare il tuo prossimo viaggio negli Emirati Arabi Uniti.

    Dubai, la New york del deserto

    Avrai l’imbarazzo della scelta su cosa vedere a Dubai, la cui capitale dal nome omonimo è definita la “New York” del deserto. Posizionata nel Deserto Arabico, mostra tutta la bellezza e il mistero tipico delle zone aride e assolate, con dune alte e rosse a est della città e di sabbia fine e bianca, ricca di conchiglie rotte e coralli, nei pressi della capitale.

    La città è molto sviluppata e si estende principalmente lungo la costa per oltre 40 km. Celebre è il suo grande aeroporto internazionale, due sono i porti commerciali, una moderna metropolitana ed una rete stradale invidiabile e modernissima.

    Se ami trascorrere vacanze al mare e al sole, Dubai è sicuramente una meta ideale, per via di un clima perfetto tutto l’anno.

    Le innumerevoli spiagge, sia pubbliche e private, rispondono alle esigenze di chi vuole rilassarsi e degli appassionati di sport, come ad esempio, la Kite Beach per chi pratica il kitesurf. E poi i resort, lo shopping di lusso al Mall of the Emirates o presso il Burjuman Centre, tra piazze che ricordano Londra e quartieri storici.

    Non dimentichiamo il Dubai Mall, uno tra i più estesi centri commerciali del mondo che si trova ai piedi del Burj Khalifa, la torre più alta del mondo.

    Quello che lascia di stucco tutti i viaggiatori che visitano la città per la prima volta, sono sicuramente gli innumerevoli e maestosi e famosi grattacieli di Dubai, che simboleggiano il potere economico e l’importanza turistica di questo luogo.

    Abu Dhabi: tra Arabia Saudita, Dubai e Oman

    Un altro Emirato celebre e molto famoso è Abu Dhabi, il più grande per superficie e confinante a sud-ovest con l’Arabia Saudita, a nord con Dubai e a est con l’Oman.

    Molto importante a livello politico e sociale, accoglie il governo federale, molte ambasciate e compagnie petrolifere. La sua città più importante porta il suo stesso nome ed è inoltre la capitale degli Emirati Arabi Uniti.

    Ricca di cultura e storia, accoglie siti patrimonio dell’Unesco e una tra le moschee più grandi del mondo, la Grande Moschea dello Sceicco Zayed, una sfavillante costruzione in marmo bianchissimo con ottanta cupole e mille colonne.

    Da visitare anche il lungomare della Corniche e i numerosi parchi che costellano la città, nonché le molteplici isole da sogno che ospitano alture rocciose e foreste di mangrovie.

    Come a Dubai, anche i grattacieli di Abu Dhabi, sono i maestosi simboli del territorio che uniscono modernità a lusso esotico oltre agli immancabili Mall, i grandi centri commerciali che caratterizzano anche questo Emirato.

    Emirato di Ajman

    Ajman è un Emirato meno conosciuto, nonché il più piccolo dei sette, ma non certo privo di bellezze. Sorge a breve distanza da Dubai, anch’esso sulla costa del Golfo Persico, e presenta un’economia principalmente agricola che ha un particolare interesse per la coltivazione di datteri.

    La capitale dal nome omonimo è frutto di una veloce e fortunata evoluzione urbanistica e commerciale. Oltre alla ricchezza di spiagge attrezzate, la metropoli offre interessanti attrattive culturali come il Museo di Ajman, allestito dentro una suggestiva fortezza del diciottesimo secolo, e l’importantissimo sito archeologico di Mowaihat.

    Emirato di Ras al-Khaimah

    Ras al-Khaimah è l’Emirato ideale per chi cerca paesaggi unici e inesplorati. Al suo interno accoglie diversi panorami come deserti dalle infinite dune, sessantaquattro chilometri di spiagge e diverse montagne, tra le quali spicca Jebel Jais, la più alta montagna degli Emirati Arabi Uniti.

    Considerata una meta con del grande potenziale turistico, è particolarmente facile da raggiungere grazie ai suoi collegamenti con quasi duecento città in tutto il globo. Se ami lo sport e in particolare il trekking o l’arrampicata, Ras al-Khaimah saprà offrirti iniziative e percorsi che ti lasceranno senza fiato come la “Jebel Jais Zip-line”, una esperienza unica ed adrenalinica.

    Emirato di Umm al-Qaywayni

    L’Emirato Umm al-Qaywayni è tra i meno popolati dei sette ma presenta moltissime, affascinanti attrattive che lo rendono una destinazione piacevole e tutta da esplorare. Il periodo migliore per visitarlo è tra novembre e marzo, quando le temperature si aggirano attorno ai 26 °C di giorno e ai 15 °C di notte.

    Il territorio ha origini antiche e il suo stesso nome, che significa “Madre di due poteri”, lo lega fortemente alla sua importante cultura marina. E a proposito di acqua, tra le più celebri attrazioni del territorio c’è Dreamland, un grande parco acquatico dotato di tutti i comfort, adatto alle famiglie o ai gruppi di amici in vacanza.

    Fujairah: un Emirato ricco di storia

    Pur essendo ancora poco turistico, Fujairah è un Emirato pieno di sorprese e tesori esotici. Antichi popoli abitavano e commerciavano in questo territorio già quattromila anni fa, e ancora oggi sono presenti reperti archeologici che raccontano la sua storia.

    Al suo interno vi sono fortezze e un’antichissima moschea dall’aspetto sobrio e particolare. Ma i veri gioielli di Fujaira sono i Wadi, fiumi secchi che offrono una vista ammaliante e che sembrano le favolose scenografie di un qualche film d’avventura prodotto ad Hollywood. Al loro interno, inoltre, ospitano molte specie animali tra anfibi, rettili e uccelli.

    Emirato di Sharja

    Situato sulla costa del Golfo Persico, l’Emirato di Sharja è forse il meno conosciuto dei sette ma è sicuramente ricco di potenziale. Nel 1998 fu scelto come capitale della cultura araba, titolo avvalorato dai numerosi edifici storici, tra cui il Museo dell’Arte Islamica, e dalla città omonima, fondata tremila anni fa, che si è fatta promotrice di arte e cultura.

    Naturalmente Sharja offre anche divertimenti più moderni e vivaci, fatti di attrazioni da vivere di notte e splendide spiagge dove passare momenti di quiete o dedicarsi allo sport.

    Gli Emirati Arabi Uniti rappresentano le molteplici e fascinose facce di un prezioso diamante. Ognuna di esse contribuisce ad accrescere lo splendore di questa terra legata fortemente alle proprie radici, ma curiosa e desiderosa di spiccare il volo e cogliere tutti i vantaggi della modernità.

    Con questo articolo speriamo di aver soddisfatto la tua sete di conoscenza per gli Emirati Arabi Uniti, e ti diamo appuntamento al prossimo articolo dove scopriremo nel dettaglio cosa fare a Dubai.

    A presto!

    Altri articoli interessanti

    Rimani aggiornato!

    Novità dal mondo dei viaggi, promozioni esclusive e anteprime dei nuovi tour.

    Riceverai un massimo di 2 mail al mese. ZERO spam.