Giappone, tour in Libertà – 14 giorni

Giappone, tour in Libertà – 14 giorni
Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Programma di Solo tour “in libertà” con alcune visite, organizzate con guida privata parlante italiano, già incluse mentre altre lasciate libere. Naturalmente è possibile aggiungere altre visite con guide private.

    Nel programma sono già inclusi tutti gli alberghi cat. 4* + assistenza +visite con guide private come da programma + Japan Rail Pass per 14 giorni. E’ anche possibile, per chi lo desideri, prevedere una o più notti in Ryokan, la tipica sistemazione giapponese. Ve ne sono diversi in  tutte le città, più semplici ma anche di alto livello con costi, a volte, anche superiori agli hotels.

    1° giorno – arrivo a Tokyo

    Arrivo all’aeroporto di Tokyo alla mattina o alla sera (in base al volo previsto). Incontro in aeroporto con l’assistente parlante italiano dei ns corrispondenti locali che darà assistenza per la conversione del Japan Rail Pass e prenotazione dei treni per l’itinerario dei giorni successivi. Trasferimento in treno in città.

    Sistemazione per 4 notti in Hotel cat. 4*, con prima colazione inclusa.
    Questi gli hotels previsti: Hotel Gracery Shinjuku – Daiwa Roynet hotel Tokyo Osaki – Hotel Niwa – The Celestine Hotel Shiba

    2° giorno – Tokyo, visita con guida privata

    Prima colazione. Incontro in albergo con la guida privata “primavera” parlante italiano e giornata dedicata alla visita della città (8 ore) con utilizzo dei mezzi pubblici. La giornata odierna sarà dedicata alla zona di Asakusa, la Tokyo Sky Tree e la baia di Odaiba.

    Il distretto di Asakusa è situato nella parte nord-est di Tokyo, alla fermata finale della metropolitana della linea Ginza: è una delle parti meno caotiche della capitale dove ancora si incontrano ragazze che passeggiano in kimono e numerosi risciò in giro per le strade. Visita del tempio “Sensoji”, dedicato alla dea della misericordia Kannon. Prima di accedere al padiglione centrale dove è custodita (ma non visibile) la statua dorata della dea, si percorrerà la Nakamisedori, un lungo viale d’accesso, costellato di colorate e tradizionali botteghe di manufatti artigianali, dolci e biscotti salati, tè da ogni regione del Giappone.

    Inaugurata nel 2012, la Tokyo Sky Tree si innalza al rango di seconda torre più alta del mondo, e di prima in materia di teletrasmissione. Alta 634 metri, essa appare come il nuovo punto di riferimento della capitale giapponese. Al termine, si prenderà il trenino-monorotaia Yurikamome per attraversare il Rainbow Bridge, con una vista spettacolare sulla baia di Tokyo.  Questa sfida alla natura è uscita dai flutti per far crescere negli anni ‘90, come un bambù, un villaggio di un nuovo tipo.

    3° giorno – Tokyo, giornata libera

    Prima colazione e pernottamento in Hotel. Giornata libera per visite individuali in città (con la possibilità di aggiungere un’altra giornata con guida “primavera” parlante italiano, costo su richiesta).

    Oppure escursione fuori città a Kamakura, località che si può comodamente raggiungere con treni o mezzi pubblici. Kamakura è l’antica capitale giapponese diventata stazione balneare principale degli abitanti di Tokyo. Il superbo tempio Kenchô-ji, con i suoi molteplici edifici ausiliari, costituisce il primo dei cinque grandi templi zen (gozan) della scuola Rinzai di Kamkura, seguito da  Engaku-ji, Jochi-ji, Jufuku-ji e Jomyo-ji. Ad est, arroccato sulle alture della città, il tempio Hase-dera offre una vista mozzafiato sulla baia. All’interno, un’impressionante statua di Kannon in oro conferisce a questo luogo un certo fascino mistico. Non lontano, il Grande Buddha domina la cima degli alberi circostanti.

    4° giorno – Tokyo, escursione a Nikko con guida privata

    Prima colazione. Incontro in albergo con la guida privata “primavera” parlante italiano e giornata di escursione a Nikko (9 ore) con utilizzo dei mezzi pubblici/treno.

    Nikko è una meraviglia di bellezze naturali e di insuperabili capolavori architettonici del Giappone. Fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco dal 1999. Il punto focale della città è il Santuario di Toshogu, completato nel 1636 e dedicato al fondatore dello shogunato dei Tokugawa. Lo Shinkyô (“ponte sacro”), laccato di rosso, era originariamente riservato all’imperatore e allo shôgun… prima di essere percorso da centinaia di migliaia di visitatori. Quindi il tempio Rinnô-ji, conosciuto per la sua “sala sei tre Buddha”. Dietro il tempio, il Tôshô-gu (1636) segna la seconda epoca di Nikko, quando la famiglia Tokugawa vi fece innalzare il santuario scintoista il più riccamente decorato del paese. Prettamente minimalista, il frontone della scuderia sacra è ancora più celebre. È possibile ammirare tre piccole scimmie, scolpite nel legno, che tutti i giapponesi conoscono sotto i nomi di Mizaru (“la cieca”), Kikazaru (“la sorda”) e Iwazaru (“la muta”). Queste simboleggiano i precetti della setta buddista Tendai, inspirati da Confucio: non guardare il male, non pronunciarlo, non ascoltarlo. Gandhi ne trarrà una regola in tutta saggezza.

    5° giorno – Tokyo – Kanazawa

    Prima colazione. Trasferimento libero (con taxi o metro, in base alla posizione dell’albergo) alla stazione ferroviaria e partenza in treno per Kanazawa (biglietto incluso nel vostro JR pass). All’arrivo, trasferimento libero in albergo, sistemazione per 1 notte in città, in Hotel 4* con prima colazione inclusa.
    Hotel previsti: Hotel Kanazawa – Crown Plaza Hotel Kanazawa – Kanazawa Nikko Hotel

    Pomeriggio libero per una visita della cittadina. Kanazawa è anche un vero e proprio scrigno dell’artigianato artistico: ci sono i kimono di seta Kaga-Yuzen, le ceramiche di Kutani e Ohi, le lacche Wajima trattate sia in foglia che in polvere d’oro, etc. Si suggerisce di visitare il “Kenroku-en garden”, considerato uno dei tre giardini più belli di tutto il Giappone. Creato nel 1676, deve il suo nome di “Giardino dei sei elementi” alle sue qualità: immensità, solennità, accurata progettazione, venerabilità, freschezza (per i corsi d’acqua che lo attraversano) e paesaggi incantevoli. La zona ha inoltre conservato intatta l’atmosfera delle residenze dei samurai (bukeyashiki), alcune delle quali sono accessibili al pubblico, come la Seson-kaku.

    Situata a due passi dal giardino Kenroku-en, la porta Ishikawa-mon resta la più antica testimonianza storica di tutto il parco. Eretta nel 1788, è scampata agli ultimi incendi, specialmente a quello del 1881. Delle nuove aggiunte e migliorie dovrebbero essere apportate nei prossimi anni, affinchè il castello di Kanazawa possa progressivamente rinascere dalle sue ceneri. Il Castello di Kanazawa, una macchia verde che occupa il centro di tutte le mappe della città. Si tratta del parco nel cuore del quale si trova il “Castello”, antico centro governativo della provincia di Kaga. Al suo centro, un piazzale segnala l’ubicazione dell’antica fortezza, dove vissero i governatori del clan Maeda a partire dal XVI secolo.

    Visita al Quartiere di Nagamachi. Nagamachi era un quartiere di samurai situato ai piedi dell’ex Castello di Kanazawa, dove i samurai e le loro famiglie risiedevano abitualmente. L’area conserva un ambiente storico con case, muri di terra, cancelli d’ingresso privati, vicoli e canali d’acqua.

    6° giorno – Kanazawa – Shirakawago – Takayama

    Trasferimento alla stazione di Kanazawa da cui parte il Nohi Bus per il trasferimento a Shirakawago (ca un’ora e mezza). Arrivo a Shirakawago (NB. il vostro bagaglio potrà essere lasciato presso il deposito dei bus considerando che poi proseguirete con lo stesso bus verso Takayama). Quindi tempo libero per una visita, per conto vostro, al villaggio e tempo libero per il pranzo.

    Adagiati nel cuore delle montagne, Shirakawago e Gokayama sono tranquilli villaggi attraversati da un fiume e circondati da campi di riso. Grazie alle case tradizionali costruite in stile gassho-zukuri, questi villaggi sono stati dichiarati nel 1995 Patrimonio mondiale dell’umanità. La caratteristica principale di queste case di legno è il tetto di paglia spiovente triangolare, simile nella forma a delle mani congiunte (gassho), necessario per far fronte al peso della neve, abbondante in questa regione. Ogni stagione infonde al villaggio un aspetto diverso: neve e case illuminate in inverno, ciliegi in fiore in primavera, alberi rosso scarlatto in autunno. Un osservatorio costruito nel castello di Ogimachi offre un bel panorama sul villaggio. Il villaggio è un museo all’aperto allo scopo di offrire una visione della vita tradizionale. In alcune di queste case, è possibile assistere a dimostrazioni e partecipare a laboratori di arti tradizionali, come ad esempio di tintura o di tessitura, o di scoprire le tecniche di fabbricazione della soba (pasta di grano saraceno).

    Dopo la visita ritorno alla stazione del Nohi Bus e partenza nel pomeriggio per Takayama. Arrivo e trasferimento libero in Hotel cat. 4* per una notte. Possibilità di prevedere la sistemazione in Ryokan per questa notte a Takayama.

    Esperienza in RyokanSe volete rivivere il Giappone dell’elegante epoca dei Daimyo, una notte in un “ryokan”, pensione giapponese, è l’ideale. Le camere proposte nei ryokan sono costituite da grandi spazi senza pareti divisorie, il cui suolo è ricoperto da “tatami” tradizionali in paglia di riso. Sono arredati solamente con una tavola bassa e sono dotati di porte scorrevoli, le cosiddette “shoji”. I clienti dormono su un “futon” che viene srotolato prima di coricarsi dalle donne addette alla cura della camera. La mezza pensione, tra cui la cena, quasi sempre un buffet a base di prodotti locali e una semplice colazione, sono compresi nel prezzo della camera. Normalmente i pasti offerti nei ryokan sono serviti in camera. Durante il vostro soggiorno in un ryokan sarà bene rispettare alcune regole che sono differenti da quelle degli hotel occidentali ma che fanno parte di un protocollo elegante e raffinato tipico del modo di vivere dei giapponesi. Per esempio, gli ospiti sono tenuti a togliere le proprie scarpe all’ingresso dell’hotel e a usare le pantofole. Una volta in camera, l’ospite deve togliere anche le pantofole e a camminare a piedi nudi o indossando delle calze.

    7° giorno – Takayama – Kyoto

    Mattina da dedicare alla visita di Takayama per conto proprio. Yatai Kaikan Hall, un salone espositivo con yatai elaboratamente decorati (tipici ristorantini ambulanti in legno), quindi la Kamisannomachi Street che si trova nella parte sud est della città, caratteristica per le sue case antiche, i negozietti, i bar e le distillerie di sakè, e il Takayama Jinya, residenza storica dei governatori antichi. Takayama è  un antico borgo feudale noto per le sue straordinarie testimonianze dell’arte carpentiera con cui sono realizzati storici templi e antiche case in legno, allineate e uniformi in altezza che conferiscono alle strade un aspetto caratteristico di ordine e bellezza. Circondata dallo splendido scenario delle Alpi giapponesi e lontana dalla frenesia dei grandi centri urbani, Takayama ha mantenuto un fascino unico per storia e tradizione con mercatini mattutini, locande storiche e secolari birrerie di sake che si sono perfettamente conservate nel tempo.

    Quindi trasferimento libero alla Stazione e partenza con treno per Kyoto (biglietto incluso nel vostro JR pass). Arrivo e trasferimento libero in albergo.

    Sistemazione per 4 notti in Hotel cat. 4*, con prima colazione inclusa.
    Questi gli hotels previsti: Keihan Kyoto Ekiminami – Hotel Daiwa Royney Ekimae – Rhiga Royal Hotel Kyoto 4*                    

    Pomeriggio libero per relax o per una passeggiata. Si suggerisce la foresta di bamboo di Arashiyama oppure il Sentiero del Filosofo, conosciuto anche come Tetsugaku no Michi, è un percorso pedestre situato nel distretto nord di Higashiyama a Kyoto che si snoda per oltre 2 chilometri lungo il canale del lago Biwa in mezzo a strepitosi paesaggi naturali.

    Il percorso è stato intitolato al professore dell’Università di Kyoto e influente filosofo giapponese del 20° secolo Nishida Kitaro, del quale si dice abbia utilizzato il percorso per una passeggiata meditativa quotidiana, e al giorno d’oggi è noto come un popolare luogo di osservazione di fiori, alberi e giardini. Il Sentiero passa anche da alcuni dei santuari e templi più importanti del Giappone, molti dei quali si trovano a pochi passi dal canale e sono facili da visitare, oltre a numerosi ristoranti e caffè.

    8° giorno – Kyoto, visita con guida

    Prima colazione. Incontro in albergo con la guida privata “primavera” parlante italiano e giornata dedicata alla visita della città (8 ore) con utilizzo dei mezzi pubblici.

    Si comincia con il Tempio di Tenryu-ji, conosciuto soprattutto per il suo giardino. Questa struttura ispirò in seguito numerosi celebri giardini. Questo tempio, che fa parte del patrimonio mondiale dell’Unesco, è il tempio principale della scuola Rinzai del Buddhismo Zen. Si prosegue con il famoso Padiglione d’Oro (Kinkakuji) e l’asciutto immenso Ryokanji.

    Si continua con la visita del tempio Sanjusangendo. Sviluppato su centoventi metri di lunghezza, l’edificio principale sembra estendersi a perdita d’occhio. Visita inoltre al complesso di templi di Kiyomizudera, costruito attorno al 1633 e dichiarato Patrimonio Unesco.

    9° giorno – Kyoto, facoltativa escursione a Nara

    Prima colazione. Giornata libera, suggeriamo di visitare Nara che si può raggiungere comodamente in treno (ca 1 ora).

    Nara, antica capitale del Giappone dal 710 al 794, è ricordata anche come culla dell’arte, della letteratura e della cultura giapponese. L’imperatrice Gemmei (661-721), fonda nel 710 la prima capitale permanente dell’Impero del Giappone, a Heijô-kyô, l’odierna Nara. La pianta architettonica della città è a scacchiera, secondo i principi della geomanzia cinese. Vi nacquero le “sei sette” buddiste dette di Nara che influenzeranno fortemente gli imperatori nelle loro decisioni politiche. Il Parco di Nara è di 502 ettari e si trova alla base del Monte Wakakusa, circondato da templi e giardini. Questo parco è affollato di cervi e daini, ci sono più di 1400 cervi selvatici che compaiono nel parco per raccogliere cibo.

    10° giorno – Kyoto, giornata libera

    Prima colazione e pernottamento in Hotel. Giornata libera per visite individuali oppure possibilità di aggiungere un’altra giornata con guida “primavera” parlante italiano, costo su richiesta.

    11° giorno – Kyoto – Okayama – Hiroshima

    Prima colazione. Trasferimento libero alla stazione ferroviaria e partenza in treno per Okayama (biglietto incluso nel vostro JR pass). Ad Okayama possibilità visitare il giardino “Koraku-en”, uno dei tre giardini più belli del Giappone.

    Al termine, proseguimento in treno per Hiroshima. Arrivo e trasferimento a piedi all’albergo. Sistemazione per 2 notti in Hotel cat. 4*, con prima colazione inclusa.
    Hotel previsti: Hotel Gran Via Hiroshima – Ana Crown Plaza Hiroshima

    12° giorno – Miyajima e Hiroshima, visita libera

    Prima colazione.  Giornata libera per visite individuali. Si suggerisce di effettuare escursione in traghetto all’isola di Miyajima inserita nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. “L’isola in cui convivono uomini e dei” è un luogo sacro da quando vi fu costruito il santuario di Itsukushima nel 593 d.C. (ma gli edifici risalgono al XII secolo). Questo santuario, dedicato alla dea custode dei mari, ha la caratteristica di essere stato costruito in parte nel mare, con edifici su palafitte e un “torii”, costruito in legno di canfora verniciato di color rosso vermiglio, che si trova  a poche decine di metri al largo. Santuario di Itsukushima composto da diversi santuari secondari ed altri edifici collegati l’uno all’altro da pontoni e corridoi. Padiglione del tesoro, un museo in cui sono esposti circa 3.500 oggetti offerti per la prosperità del clan Taira.

    Ritorno in traghetto ad Hiroshima per una visita del centro città ed al memoriale. Hiroshima è la “Città della Pace”. Il bombardamento atomico del 6 agosto 1945 ha completamente distrutto tutti gli edifici nel centro della città, tranne quello che è ora conosciuto come la Cupola della bomba atomica di Hiroshima, oggi classificato patrimonio mondiale dall’Unesco, come testimonianza delle devastazioni delle armi nucleari. Il Parco comprende il Museo della Pace, il Cenotafio del memoriale per le vittime della bomba atomica e la Cupola della bomba.

    13° giorno – Hiroshima – Osaka

    Prima colazione.  A piedi si raggiunge la stazione ferroviaria; partenza in treno per Osaka (biglietto incluso nel vostro JR pass). Trasferimento libero in albergo, sistemazione per 1 notte in Hotel cat. 4*, con prima colazione inclusa.
    Hotel previsti: Osaka Hotel Granvia – Hotel Ana Crown Plaza Osaka

    Pomeriggio libero per visitare la città. Al centro di un grande parco si erge il Castello di Osaka, simbolo della potenza e della storia della città.  Il quartiere della baia di Osaka ha conosciuto recenti interventi di sviluppo per ospitare grandi complessi di negozi e ristoranti. È diventato uno dei luoghi di frequentazione preferiti dai giovani della regione. In effetti, le attrazioni non mancano: il più grande centro commerciale industriale del Giappone, la più alta grande ruota panoramica del Giappone, il più grande acquario del mondo, l’unico parco divertimenti della Universal Studios al di fuori degli Stati Uniti.

    14° giorno – partenza da Osaka a a Tokyo

    Prima colazione.  Trasferimento libero alla Stazione e ritorno a Tokyo (biglietto incluso nel vostro JR pass). Arrivo direttamente in aeroporto. Partenza con volo (da definire) per l’Italia.
    Se il volo è serale si può rientrare da Osaka la mattina, se invece si tratta di un volo diurno per l’Europa si dovrà prevedere la notte precedente al volo a Tokyo città.

    Validità dal 10.01.23 al 31.10.23

    Quota individuale di partecipazione in camera doppia per il solo tour, a partire da euro 3.520 per persona 

    La quota è da riconfermarsi in base all’esatto periodo di partenza.

    Quota d’iscrizione, euro 80 per persona

     Non è incluso il volo Italia/Tokyo/Italia da quantificarsi a parte in base al vettore aereo ed alla tariffa aerea disponibile in base alle date previste.

     

    La quota individuale di partecipazione comprende:  servizio di assistenza in lingua italiana all’arrivo all’aeroporto di  Tokyo-Narita –  13 pernottamenti negli alberghi indicati/suggeriti  come da programma  – prima colazione giornaliera durante l’intero viaggio –  Japan Rail Pass in  seconda classe , valido 14 giorni  –  guida “primavera” privata parlante italiano per 1 giorno a Tokyo 8 ore incluso utilizzo dei mezzi pubblici – guida “primavera” privata parlante italiano per 1 giorno a Tokyo/Nikko 9 ore incluso utilizzo dei mezzi pubblici/treno – guida “primavera” privata parlante italiano per 1 giorno a Kyoto 8 ore incluso utilizzo dei mezzi pubblici – biglietto per il Nohi Bus di collegamento da Kanazawa a Shirakawago a  Takayama – l’assistenza dei ns corrispondenti locali H24 in lingua italiana  – Router WI-FI per tutta la permanenza in Giappone –  documentazione di viaggio e schede dedicate alle varie città come “suggerimenti per le visite libere” – tasse locali alberghiere – guida viaggio sul Giappone.

    La quota individuale di partecipazione non comprende: voli dall’Italia a Tokyo e ritorno – pasti non inclusi –quota di iscrizione – assicurazione viaggio – ingressi a musei e monumenti – spese di carattere personale – bevande – tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota comprende”.

    Cambio valutario applicato 1 euro = yen 140

    Richiesta informazioni

    Sei interessato a ricevere informazioni sulle nostre proposte di viaggio?

    Clicca sul pulsante sottostante per inviare la tua richiesta.

    Altri itinerari interessanti

    Giappone

    Welcome Tokyo e Kyoto – 7 giorni

    Un programma solo a Tokyo e Kyoto con alcune visite, organizzate con guida privata parlante italiano, già incluse mentre altre giornate sono libere. Nel programma

    Giappone

    Giappone in Libertà – tour 12 giorni

    Programma di Solo tour “in libertà”con alcune visite, organizzate con guida privata parlante italiano, già incluse mentre altre giornate sono libere. Naturalmente è possibile aggiungere