Anteprima Arabia Saudita: “The Red Sea”, nuovi esclusivi resort sul Mar Rosso

La nuova destinazione “The Red Sea” si sta preparando per l’apertura dei primi resort di lusso sul mar Rosso, lungo la costa saudita, totalmente incontaminata.

Una destinazione unica situata sulla costa occidentale dell’Arabia Saudita pronta a tracciare il profilo di un nuovo paradigma di viaggio e ospitalità, in una cornice di straordinaria bellezza naturale ancora tutta da scoprire. Un ambiente ricco di flora e fauna che ci impegniamo a rispettare e proteggere attraverso il concetto di turismo rigenerativo.

The Red Sea sarà un punto di riferimento per i viaggiatori più esigenti, offrendo esperienze di lusso in resort dal design unico, gestiti da marchi di ospitalità leader a livello mondiale.

The Red Sea è una destinazione geograficamente molto variegata, circondata dalla quarta barriera corallina più grande del mondo e da foreste di mangrovie. La destinazione si estende su più di 28.000 chilometri quadrati, con un arcipelago di oltre 90 isole incontaminate, vulcani dormienti, vaste distese di sabbia, canyon montuosi e siti storici e culturali.

Grazie alla sua posizione costiera nel nord-ovest dell’Arabia Saudita, The Red Sea ha un clima temperato, più simile al Mediterraneo piuttosto che al Medio Oriente. The Red Sea vanta una temperatura media annuale di 32 °C.

credit: Red Sea Global

Sulle isole, la stagione più fresca va da metà novembre a marzo, con temperature medie diurne che oscillano tra i 24 e i 27°C. In montagna, durante la stagione più fresca, la temperatura media può scendere fino a 12°C, mentre nel deserto può calare fino a 18°C. La stagione più calda va da metà aprile a novembre, quando le temperature diurne superano i 30 °C.

I Resort, la cui realizzazione è in corso, sono progettati e gestiti da brand internazionali. Sono 16 i resort di livello mondiale che apriranno nella prima fase del progetto The Red Sea. Tra questi ci sono 11 resort sull’hub di Shura Island, due su Ummahat Islands, uno su Sheybarah Island e, nell’entroterra, due resort, Desert Rock e Southern Dunes.

The Red Sea accoglierà i primi ospiti entro la fine del 2023/inizio 2024 con l’apertura dei primi hotel brand: Nujuma, A Ritz- Carlton Reserve, St. Regis Red Sea e Six Senses Red Sea, Southern Dunes.

credit: Red Sea Global

Entro il 2024, quando la prima fase sarà completata, The Red Sea offrirà 3.000 camere in 16 resort di livello mondiale, un aeroporto internazionale, e un’isola hub pienamente operativa con un porto turistico, un campo da golf a 18 buche, servizi commerciali e d’intrattenimento.

The Red Sea vanta già  accordi con 14 brand alberghieri internazionali.

Questi rappresentano poco più di 2.500 delle 3.000 camere che apriranno nella prima fase. Si tratta di: Grand Hyatt, Fairmont Hotels & Resorts, Edition, SLS Hotel & Residences, Raffles Hotels & Resorts, Intercontinental Hotels & Resorts, Jumeirah Hotels & Resorts,  St Regis Hotels & Resorts, Six Senses Hotels Resorts Spas, Rosewood Hotels & Resorts, Miraval, Nujuma a Ritz-Carlton Reserve, Faena e Four Seasons.

credit: Red Sea Global

In quest’area si sta anche completando un nuovo aeroporto, The Red Sea International airport. Il Paese è già servito da quattro aeroporti internazionali e quello dedicato in esclusiva a The Red Sea diventerà, una volta completato, il quinto nel Paese.

 

Non appena saranno confermate le date di apertura degli hotels, i loro costi, i servizi collegati di trasporto ed escursioni, troverete le nostre Proposte e le Novità su questo sito.

Restate collegati con noi !

Stagione consigliata

Durata

Voli

I voli internazionali per questa destinazione non sono inclusi e verranno quotati a parte.

Fascia di prezzo

Entra nel nostro mondo di viaggi

Ricevi idee e spunti per organizzare il tuo prossimo viaggio. Solo informazioni utili, niente SPAM e ti cancelli quando vuoi con 2 click.

Documento informativo sulla Privacy