Dai grattacieli di Riyadh al reef del Mar Rosso – 11 giorni

Un itinerario che combina la libertà di esplorare il paese al proprio ritmo con un’auto a noleggio e con i molti vantaggi di un tour organizzato.

Il percorso è stato già testato ed offre la possibilità di scoprire le grandi attrazioni culturali e paesaggistiche del Regno  – inclusi 3 sito Unesco – con tranquillità e confort. Questo programma include diversi giorni con un autista/guida parlante inglese che vi accompagnerà alla scoperta di alcuni luoghi off-road  (deserto del  Nefoud, Edge of the World, la Roccia dell’Elefante ) uniti alla comodità dei trasferimenti privati in arrivo e partenza ed all’assistenza dei nostri corrispondenti locali. Le migliaia di chilometri di strade ben tenute (e spesso vuote al di fuori delle grandi città ) costeggiano paesaggi molto vari, dalle dune di sabbia alle grandi oasi di palme verdeggianti, alla costa del Mar Rosso.

Il programma è un SOLO TOUR a cui andrà aggiunto, su richiesta, il costo del passaggio aereo dall’Italia, in base al periodo desiderato.

Partenze giornaliere, minimo 2 partecipanti

1° giorno: Riyadh

Arrivo a Riyad. Incontro in aeroporto e trasferimento in macchina privata in albergo. Sistemazione e pernottamento.

2° giorno: Riyadh

Prima colazione e pranzo.  Intera giornata dedicata alla visita guidata della città che conta oggi oltre  5 milioni di abitanti. Qui il vecchio mondo arabo conversa con il XXI secolo. La capitale del regno saudita è un’ interessante combinazione di qualche edificio storico e grandiose realizzazioni di  architettura moderna ed in qualche caso anche “futuristica”, organizzata su un impianto urbanistico a quadrilateri che ricorda gli antichi cardi e decumani di epoca romana. Tra gli edifici più interessanti  in città citiamo l’imponente Museo Nazionale che racchiude importanti collezioni di manoscritti, statue-stele datate anche al 4° millennio a.C., oggetti di arte islamica, un’enorme meteora ritrovata nel deserto.

Visita della Fortezza di Al-Masmak:  nel cuore della vecchia Riyad si trova la fortezza del XIX secolo che ha cambiato la storia della penisola araba. Qui ha avuto luogo l’occupazione (1902) della città da parte della dinastia Saudita, che ha poi portato alla fondazione dell’Arabia Saudita.. Nel museo storico della fortezza viene ricostruita la storia della conquista  attraverso cimeli, armi, mappe, supporti audio e video.

Palazzo Murabba: palazzo fortificato, due chilometri a nord del centro di Riyad, costruito dal re Abdul Aziz negli anni ’30. Questo palazzo a due piani, fra gli edifici più storici della città, è costruito secondo la tradizionale architettura islamica con pareti solide, giardini e cortili.

Poco fuori città si trova la località di Diriyah, capitale del regno nella seconda metà del 18° secolo. Dal 2010 la sua parte storica – chiamata Al Turaif – è stata posta sotto la protezione dell’Unesco. Sono visibili diversi edifici costruiti in mattoni a crudo, in parte conservati ed in parte restaurati.  Il distretto storico è infatti parte di  un progetto ambizioso e di ampia portata, volto a ripristinare i suoi monumenti. Vale la pena  fare una breve passeggiata in questo museo a cielo aperto prima di concludere la giornata, ritornando in città. Pernottamento in albergo.

3° giorno: Riyadh

Prima colazione. Questa giornata sarà dedicata alla visita guidata  degli edifici più moderni, alcuni dei quali veramente spettacolari. Icona della città è  il grattacielo Kingdom Tower, punto di riferimento architettonico che domina la città con un’altezza di 302 metri. Ospita un  centro commerciale con innumerevoli negozi, un albergo, ristorante, appartamenti di lusso e uffici di compagnie multinazionali. Due ascensori portano in pochi secondi sul ponte in acciaio “ Sky Bridge “ che corona la parte superiore dell’edificio e dal quale si potrà ammirare lo “skyline” della capitale.

Un altro grattacielo simbolo della città è la “Torre Al Faisaliah: progettato dall’architetto britannico Norman Foster, simbolo del potere economico del primo esportatore di petrolio al mondo. La torre si erge a 267 metri dal suolo, a forma di piramide affusolata. Vicino alla sommità dell’edificio si incunea una sfera gigante del diametro di 24 metri, fatta di 655 pezzi di vetro che luccicano al sole.

Proseguimento per la visita della  “King Fahd National Library”, la biblioteca nazionale in centro città fondata nel 1983.  A seguire i progetti degli ultimissimi anni quali il quartiere di KAPSARC, cioè “King Abdullah Petroleum Studies and Research Center”: nasce come un’istituzione no profit che sviluppa prospetti economici e ricerche indipendenti al fine di ridurre i costi di impatto ambientale di rifornimento energetico. Questo centro è stato progettato dall’architetto Zaha Hadid. Pernottamento in albergo.

4° giorno:  Riyadh – Hail – Jubbah – deserto di Nefoud

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Hail.  Partenza in direzione nord  (con autista/guida parlante inglese) per raggiungere il sito Unesco di Jubbah. Qui, sulle pendici della montagna di Umm Sinman si potranno osservare graffiti preistorici risalenti a ca 11.000 anni fa e che  danno uno sguardo sulle attività umane del periodo Paleolitico.  Dopo il lunch in un’azienda agricola  per la coltivazione di datteri, si ritorna ad Hail attraverso le sconfinate sabbie rossastre del grande deserto del Nefoud. Pernottamento in albergo a Hail.

5° giorno: Hail – AlUla

Prima colazione e cena.  Dopo avere dato un’occhiata al castello di A’srif ed alla Fortezza di Qishlah con le sue caratteristiche otto torri, partenza con il veicolo noleggiato in direzione ovest verso la località di Al Ula (ca 4 ore e mezza). Prima di raggiungere l’albergo, suggeriamo di passeggiare tra le rovine suggestive del  vecchio villaggio di Deera e di salire in quota per un favoloso panorama sull’oasi verdeggiante di Alula e sulle straordinarie formazioni rocciose che la circondano. Sistemazione in albergo e pernottamento.

6° e 7° giorno: AlUla

Prima colazione, 1 pranzo, 2 cene.  Una giornata è prevista con autista/guida  locale mentre una giornata è prevista “ da soli” con il proprio veicolo.

Ubicata nel nord-ovest dell’Arabia Saudita, con un’estensione pari quasi a quella della Toscana, la regione di Alula è un vero e proprio “museo a cielo aperto”.

Situata sulla Via dell’Incenso e dei pellegrinaggi alla Mecca, questa oasi fertile e verdeggiante in una immensa zona desertica divenne luogo di sosta per le carovane dando vita a  scambi commerciali  per millenni: dall’età del bronzo all’impero  nabateo, a quello romano, alla presenza ottomana fino al moderno periodo islamico: i suoi siti storici, archeologici e geografici racchiudono veramente una storia millenaria.

Il paesaggio della  regione di Alula è spettacolare: un deserto che si estende a perdita d’occhio, canyon  di roccia rossa, burroni dalle pareti scoscese,  “wadi” dove si trovano oltre 2 milioni di palme da dattero, altopiani di basalto, montagne  imponenti e falesie. La sabbia dorata si stende fino all’orizzonte,  tra le dune affiorano rocce che interrompono qua e là la distesa desertica e che proteggono il tesoro archeologico del paese – primo sito patrimonio mondiale Unesco in Arabia Saudita -: Madain Saleh (Hegra) . E’ la città nabatea più grande e meglio preservata a sud della Giordania e  conserva oltre 100 monumenti funebri , molto ben conservati dalle facciate finemente scolpite.

Nella vallata di AlUla numerosi siti presentano centinaia di iscrizioni in aramaico, papanitico, thamudico, minaico, nabateo, greco, latino e arabo. Al‐Aqra’,una montagna a nord della valle di AlUla ha oltre 450 prime iscrizioni arabe.  “Jabal Ikmah”  è stato identificato come una delle più grandi “biblioteche” all’aperto dell’Arabia Saudita e forse il sito epigrafico più significativo, contenente centinaia di iscrizioni  iscritte e in rilievo, principalmente in Dadanitico e Lihyanitico.

Tra le scoperte più importanti di tutta la regione vi è ancora  la città di Dadan, capitale dei regni di Dadan e di Lihyan ( VIII secolo  a.C.). Il sito meglio conservato ospita una dozzina di tombe scavate nella roccia rossa, adorne di sculture abilmente realizzate raffiguranti leoni seduti.

Altri siti di grande interesse sono la Città Vecchia, un dedalo di oltre novecento case costruite con mattoni di fango a partire da almeno il XII secolo, i resti della ferrovia Hijaz e il forte di Hegra, luoghi fondamentali nella storia e nelle azioni bellico-diplomatiche di Lawrence d’Arabia.

Ma Alula non è solo storia…. qui si possono praticare varie attività sportive grazie alla vastità ed alla bellezza paesaggistica del luogo: ammirare il deserto a bordo di una mongolfiera o di un bimotore Beech 18, velivolo che ha fatto la storia dell’aviazione; effettuare passeggiate a piedi, in bicicletta, a cammello o a cavallo; attraversare le montagne di Harrat con una “zip-line”, ammirare un incredibile manto di stelle nelle notti di luna piena ad Al Garameel; soprendersi davanti all’iconica “Maraya Concert Hall”, l’edificio a specchi più grande del mondo , entrato nel Guinness World Records.

Nel settembre 2019 l’Arabia Saudita ha aperto per la prima volta  le sue porte al mondo. Questo evento segna la “pietra miliare” per la messa in atto del progetto “Vision 2030” , il programma di diversificazione economica del regno saudita, con l’intento di aprire il paese al resto del mondo, sviluppare progetti di sostenibilità ambientale, creare centri di eccellenza nelle arti,  proteggere e salvaguardare  l’ambiente naturale unico ed ancora intatto del paese.

8° giorno: Alula – Yanbu, sul Mar Rosso

Prima colazione. Circa 4 ore di percorso dividono Alula dalla città di Yanbu, situata a sud sulla costa del Mar Rosso.  All’arrivo sistemazione in albergo e possibilità di fare una passeggiata nella città vecchia. Pernottamento in albergo.

9° giorno: Yanbu – Jeddah

Prima colazione. Mattinata di relax utilizzando le strutture dell’albergo oppure possibilità di effettuare una escursione in barca veloce verso  un piccolo isolotto  di sabbia candida  per nuotare in acque cristalline ed effettuare snorkelling sul reef. Rientro in albergo e partenza con il veicolo noleggiato per Jeddah (ca 3 ore), seguendo la bella strada costiera. Sistemazione in albergo e pernottamento.

10° giorno: Jeddah

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita della città con autista/guida. Seconda città del regno con oltre 4 milioni di abitanti, Jeddah è il più importante porto commerciale sul Mar Rosso e  crocevia per l’accesso alle città sante di Mecca e Medina. E’ interessante ricordare che fu un italiano – Ludovico di Varthema –  ad entrare  nel 1503 come primo Occidentale nella città vietata della Mecca: dopo aver raggiunto Damasco, egli fece il viaggio come uno dei mamelucchi di scorta delle carovane che compivano l’”Haji” (il pellegrinaggio) alla Mecca. Egli descrisse le città sante, il pellegrinaggio, le cerimonie con una notevole precisione che fu poi confermata dagli altri reportage di viaggio di scrittori che raggiunsero la zona dall’Ottocento in poi.

Negli ultimi anni Jeddah ha subito una notevole trasformazione delle sue infrastrutture  urbanistiche con la creazione di  una  “Corniche” fronte mare dove è molto piacevole passeggiare e dove si trovano caffè, ristoranti, shopping malls, sculture moderne e la moschea dell’Isola (o  “galleggiante” ).  Il cuore più antico e storico della città si trova invece nel quartiere di “Al Balad”  – iscritto tra i patrimoni Unesco: conserva oltre quattrocento palazzi , alcuni vecchi di cinquecento anni , che ricordano la tradizionale architettura delle case yemenite e che sono stati costruiti con il corallo del Mar Rosso, legno di teak, argilla purificata estratta da due laghi locali e gesso.

Alcuni di questi edifici raggiungono un’altezza di 30 metri e sono adorni delle caratteristiche finestre  “moucharrabiah”. Le costruzioni più interessanti  sono Palazzo Nasseef e palazzo Baashen. Conclusione del pomeriggio con una puntata al suq ! Ritorno in albergo e pernottamento.

11° giorno: partenza da Jeddah

Prima colazione. Trasferimento privato in aeroporto e partenza.

Quotazioni su richiesta in base al n. dei partecipanti

 

Stagione consigliata

  • Autunno (Ottobre-Dicembre)
  • Inverno (Dicembre-Marzo)
  • Primavera (Marzo-Giugno)

Durata

  • da 8 a 15 giorni

Voli

I voli internazionali per questa destinazione non sono inclusi e verranno quotati a parte.

Fascia di prezzo

Entra nel nostro mondo di viaggi

Ricevi idee e spunti per organizzare il tuo prossimo viaggio. Solo informazioni utili, niente SPAM e ti cancelli quando vuoi con 2 click.

Documento informativo sulla Privacy