Giordania e Arabia Saudita: sulle tracce dei Nabatei – 10 giorni (privato)

Un itinerario dalla Giordania all’Arabia Saudita  su base privata (con min. 2 e 4 partecipanti) con guide parlanti inglese.

L’itinerario proposto è un “solo tour” a cui si dovrà aggiungere il volo dall’Italia; quotazioni e disponibilità su richiesta in base alla data prescelta.

1° giorno – arrivo ad Amman

Arrivo ad Amman in giornata.  Formalità consolari d’ingresso ed incontro  in aeroporto con  lo staff dei nostri corrispondenti locali. Trasferimento con veicolo privato in albergo “hotel Corp Executive Amman”  deluxe room  e  pernottamento.

2° giorno – Madaba – Mount Nebo – Um Rassas – Kerak – Petra

Breakfast.  Si lascia la capitale in macchina privata con autista parlante inglese  per dirigersi verso sud, percorrendo l’Antica Strada dei Re.  Prima tappa a Madaba, uno dei luoghi più memorabili della Terra Santa.

A Madaba, che deve la sua fama a una serie di straordinari mosaici bizantini e umayyadi, si trova fra l’altro la nota mappa-mosaico di Gerusalemme e della Terra Santa, risalente al VI Secolo: con i suoi due milioni di tessere di pietra vividamente colorata, raffigura colline, valli, villaggi e città fino al delta del Nilo. La Mappa-mosaico ricopre il pavimento della chiesa  di San Giorgio, situata a nord-ovest del centro cittadino. La chiesa è stata edificata  sulle rovine di un precedente santuario bizantino, risalente al sesto secolo. Il pannello a mosaico che incornicia la Mappa misurava originariamente circa 15,6 x 6 m, pari a 94 metri quadrati: solamente un quarto della superficie iniziale si è conservato.

Da qui il viaggio proseguirà verso il Monte Nebo, il presunto luogo di sepoltura di Mosè, che si affaccia sulla Valle del Giordano e il Mar Morto. Qui i Francescani costruirono una struttura che protegge una chiesa bizantina del 4° e 6° secolo. Successivamente visita di Um Al Rassas, dove si visiterà la chiesa di Santo Stefano, adornata da un pavimento a mosaico, raffigurante le principali città della regione nei tempi antichi: Gerusalemme, Nablus, Gaza, Kerak e Philadelphia (Amman). Visita alla bellissima Fortezza crociata di Kerak.

Arrivo a Petra nel tardo pomeriggio, sistemazione in albergo “Petra Moon” – standard room”  e pernottamento.

3° giorno – Petra

Breakfast. Intera giornata dedicata alla visita di Petra.  L’intero sito archeologico, oltre a far parte della Lista del Patrimonio dell’Umanità stilata dall’UNESCO, è considerato una delle sette meraviglie del Mondo moderno. Vi si accederà  a cavallo, attraverso la suggestiva gola del Siq con le sue levigate pareti rocciose striate di rosso e di rosa. Un lungo e stretto canyon d’ingresso conduce di fronte alla facciata dell’imponente “Khazneh” (II Tesoro): il più spettacolare e perfettamente conservato monumento di Petra  con i suoi affascinanti dettagli artistici finemente intagliati nella roccia: colonne, statue, cornici e una miriade di altre decorazioni, giunte sino a noi in splendido stato di conservazione. ), Il Tesoro  precede l’antico Teatro Nabateo poi utilizzato ed ampliato dai Romani.

Da questo punto il siq si allarga formando una vallata che ospita il centro vitale della città con il mercato, una serie di alte colonne appartenenti ad un Tempio Corinzio, il Tempio del Leone Alato, Qasr al-Bint Firaun, che secondo una leggenda beduina apparteneva alla figlia del faraone.  Ritorno in albergo nel  pomeriggio e pernottamento.

4° giorno – Beida – deserto di Wadi Rum

Breakfast e cena. A soli 15 minuti di auto da Petra si trova Al-Beidha – dall’arabo “La Bianca” –, meglio conosciuta come Piccola Petra. Anche questo insediamento venne scavato dai Nabatei nella roccia, ma con più chiari scopi commerciali e logistici, essendo situato sulla rotta carovaniera verso nord ed ospitando la più grande cisterna d’acqua della regione.

Si prosegue per il deserto del Wadi Rum, con il suo spettacolare paesaggio lunare, dove è stato girato il film “Lawrence d’Arabia”. A seguire tour di 3 ore in Jeep 4X4 di proprietà dei beduini locali.  La sua bellezza è caratterizzata da montagne segnata dal tempo, da letti di antichi laghi oramai prosciugati e da altissime dune di color rosso intenso. Numerose sono le incisioni e le pitture rupestri che si trovano scolpite nelle rocce del Wadi Rum, chiamato anche Valle della Luna, ed è in questi luoghi che il ricercatore italiano professor Edoardo Borzatti ha ritrovato tracce del primo alfabeto mai comparso sulla Terra,  risalenti ca al 4800 a.C, dunque almeno mille anni più vecchi del Tamudico primitivo scoperto nelle zone comprese tra la penisola Araba ed il Sahara.  Sistemazione in campo tendato fisso “Sun City Camp” – standard bedouin  tent.  Cena e pernottamento.

5° giorno – Wadi Rum – Aqaba – Tabuk

Breakfast. Partenza in prima mattinata da Wadi Rum per raggiungere Aqaba ed il successivo posto di confine tra Giordania ed Arabia Saudita. Formalità consolari d’ingresso nel paese. Proseguimento in macchina privata con autista parlante inglese per raggiungere la città di Tabuk. Soste lungo il percorso nella zona di Magna e Tayeb al Ism, tempo permettendo. Sistemazione in albergo “ Swiss Inn” standard room e pernottamento.

6° giorno – la spettacolare vallata d Wadi Bajdah

Breakfast e pranzo picnic.  Inizio dell’escursione con veicolo 4×4 alla scoperta della  spettacolare Valle di Wadi Bajdah /Wadi Hisma: una sterminata  zona caratterizzata da imponenti e scenografiche formazioni rocciose d’arenaria   che emergono da sabbie colorate dal rosa al rosso…questi sembrano dei veri paesaggi  “marziani” !  Ci si inoltra con i veicoli tra faraglioni di roccia, dune e torrioni, per raggiungere alcune dei punti  più suggestivi di tutta l’Arabia Saudita e poter anche osservare antiche iscrizioni rupestri.

Questo deserto è anche abitato dai beduini della tribu Beni Attiya, originari della penisola arabica, che allevano capre e cammelli e che mantengono ancora le loro tradizioni di vita ancestrale. Ritorno a Tabuk e pernottamento.

7° giorno – Wadi Disah –  AlULa

Breakfast, picnic lunch, cena. Incontro in albergo con l’autista parlante inglese e partenza in mattinata con veicolo privato per raggiungere Alula  In questa giornata si effettuerà uno dei percorsi paesaggistici più belli dell’intero viaggio.  Dopo il piccolo villaggio di Al Disah, si entra in un “wadi”: la pista inizia a dipanarsi tra alti torrioni rocciosi in arenaria, punteggiati da macchie lussureggianti di verde. Il contrasto cromatico tra il verde dei palmeti ed i colori bruni-rossastri delle pareti di roccia che incombono dall’alto è magnifico. Ci sarà tempo per fermarsi e passeggiare in questo ambiente naturale intatto. Arrivo ad Alula nel tardo pomeriggio,  sistemazione in albergo “Shaden resort” – superior twin room. Cena in albergo e pernottamento.

8 e 9° giorno – AlUla, un museo a cielo aperto di arte, natura , luce e spazio !

Mezza pensione (prime colazioni e cene). Due giornate a disposizione  per le visite (NO macchina, no autista inclusi).

Ubicata nel nord-ovest dell’Arabia Saudita, con un’estensione pari quasi a quella della Toscana, la regione di Alula è un vero e proprio “museo a cielo aperto”. Situata sulla Via dell’Incenso e dei pellegrinaggi alla Mecca, questa  oasi fertile e verdeggiante  in una immensa zona desertica divenne luogo di sosta per le carovane dando vita a  scambi commerciali  per millenni: dall’età del bronzo all’impero  nabateo, a quello romano , alla presenza ottomana fino al moderno periodo islamico: i suoi siti storici, archeologici e geografici racchiudono veramente una storia  millenaria.

Il paesaggio della  regione di Alula è spettacolare: un deserto che si estende a perdita d’occhio, canyon  di roccia rossa, burroni dalle pareti scoscese,  “wadi” dove si trovano oltre 2 milioni di palme da dattero, altopiani di basalto, montagne  imponenti e falesie. La sabbia dorata si stende fino all’orizzonte,  tra le dune affiorano rocce che interrompono qua e là la distesa desertica e che proteggono il tesoro archeologico del paese – primo sito patrimonio mondiale Unesco in Arabia Saudita: HEGRA (Madain Saleh). E’ la città nabatea più grande e meglio preservata a sud della Giordania e  conserva oltre 100 monumenti funebri , molto ben conservati dalle facciate finemente scolpite.

Segnaliamo che al momento (gennaio 2023)  la visita “guidata” di questo sito comprende un itinerario ed un numero molto  limitato di tombe visitabili,  stabilito dalle autorità locali.

Abbiamo  incluso i biglietti d’ingresso per la visite  ai siti di  Hegra + Dadan e Jebel Ikmah ed alla Città Vecchia: queste visite vengono prenotate ad orari fissi e sono effettuate unicamente insieme ad altri passeggeri con l’assistenza di “rawi”  (= narratori locali) parlanti inglese che si trovano all’interno di ciascun sito. 

Nella vallata di Alula numerosi siti presentano centinaia di iscrizioni in aramaico, papanitico, thamudico, minaico, nabateo ,greco, latino e arabo. Al‐Aqra’,una montagna a nord della valle di AlUla ha oltre 450 prime iscrizioni arabe.  “Jabal Ikmah”  è stato identificato come una delle più grandi “biblioteche” all’aperto dell’Arabia Saudita e forse il sito epigrafico più significativo, contenente centinaia di iscrizioni  iscritte e in rilievo ,principalmente in Dadanitico e Lihyanitico. Tra le scoperte più importanti di tutta la regione vi è ancora  la città di Dadan, capitale dei regni di Dadan e di Lihyan ( VIII secolo  a.C.). Il sito meglio conservato ospita una dozzina di piccole tombe scavate nella roccia rossa, adorne di sculture abilmente realizzate raffiguranti dei leoni seduti (segnaliamo che non sempre, per sicurezza, è possibile avvicinarsi alle tombe). Altro punto di interesse è  la  Città Vecchia, un dedalo di oltre ottocento case costruite con mattoni di fango a partire da almeno il XII secolo che è possibile visitare a piedi  (in parte).  Non potrà mancare un caffè davanti all’impressionante “Roccia dell’Elefante”, enorme affioramento che l’erosione ha modellato a forma di elefante  ed alla vicina  curiosa “Jar Rock”. Pernottamenti in albergo.

10° giorno – AlUla – Jeddah e partenza

Breakfast. Trasferimento libero all’aeroporto di Alula e volo di linea per Jeddah da dove si partirà in serata/nottata con voli di linea per l’Italia.

 

Quotazioni in aggiornamento

Stagione consigliata

  • Autunno (Ottobre-Dicembre)
  • Inverno (Dicembre-Marzo)
  • Primavera (Marzo-Giugno)

Durata

  • da 8 a 15 giorni

Voli

I voli internazionali per questa destinazione non sono inclusi e verranno quotati a parte.

Fascia di prezzo

Entra nel nostro mondo di viaggi

Ricevi idee e spunti per organizzare il tuo prossimo viaggio. Solo informazioni utili, niente SPAM e ti cancelli quando vuoi con 2 click.

Documento informativo sulla Privacy