Alla scoperta di Israele – 11 giorni

Alla scoperta di Israele – 11 giorni
Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Tra città, storia, deserto e relax sul Mar Morto !

    1° giorno – Italia – Tel Aviv
    Partenza con volo Alitalia via Roma (oppure diretto con El Al, in base alla migliore tariffa aerea disponibile).
    Arrivo all’aeroporto di Tel Aviv, disbrigo delle formalità di ingresso in Israele, incontro con i nostri corrispondenti locali e trasferimento privato in albergo. Sistemazione per la notte al Dan panorama Hotel 4*.
    Serata libera per una visita a Old Jaffa, il cuore antico della città in totale contrato con la modernità del resto di quella che viene considerata oggi la “New York del Mediterraneo”.  Sistemazione e pernottamento.

    Anticamente uno dei porti più importanti del Mediterraneo, oggi Giaffa (Jaffa in ebraico) rappresenta uno dei luoghi preferiti dagli abitanti di Tel Aviv. A pochi passi dalle lunghe spiagge si trova la Città Vecchia di Jaffa, la zona più interessante per i turisti. Si tratta di un posto quasi surreale dove potete ammirare un fantastico panorama in direzione di Tel Aviv, il tutto accompagnato dai bar deserti, da poche persone, dal silenzio e dalle tante bellezze naturali. Insomma, un’oasi di pace assoluta… e se credete nelle leggende, fermatevi lungo il ponte dei desideri, toccate il vostro segno zodiacale e rivolgetevi verso il mare per esprimere un desidero. Io ci ho provato.
    Le strade lungo le quali camminerete sono molto strette e somigliano ad un labirinto in cui è molto piacevole perdersi… magari fino al porto ancora nella fase di ristrutturazione. Oltre alla Città Vecchia potete visitare la Città Nuova e il suo, molto pittoresco, mercato delle pulci in cui potete trovare davvero di tutto dai tappeti, ai vestiti, alle scarpe usate ecc. ma non dimenticate (nel periodo estivo) di munirvi di un paio di occhiali, di una efficace crema solare e di un cappello, se no rischiate di scappare a causa delle elevate temperature! Prima di lasciare Jaffa non vi dimenticate di bere una deliziosa spremuta di arance che potete trovare in uno dei numerosi chioschi lungo le strade.

    2° giorno – Tel Aviv – Cesarea  – Megiddo – Haifa – Akko – Lago di Tiberiade 
    Prima colazione in hotel e incontro con la vostra guida/autista. Partenza a bordo di veicolo privato con autista/guida di lingua italiana.

    Si parte lungo la costa mediterranea e prima tappa a Cesarea Marittima, porto romano realizzato da Re Erode in un luogo sorprendente perché privo di baia naturale. Cesarea fu nell’antichità residenza dei procuratori romani, tra cui Ponzio Pilato. Le antiche rovine mostrano scavi fantastici della città romana-bizantina, mura e portale perfettamente conservati del periodo crociato.
    Megiddo  è una località  famosa per motivi teologici, storici e geografici. Nell’antichità Megiddo fu un’importante città-stato in posizione strategica all’ingresso del passo attraverso la catena del Monte Carmelo, che sovrasta la Valle di Jezreel da sud-ovest. Il sito fu abitato dal 7000 a.C. al 500 a.C. e fu teatro di importanti battaglie. Oggi Megiddo è un tell (collina-sito archeologico) fatto di 26 strati di rovine di antiche città. È anche nota come Tel Megiddo (ebraico) e Tell al-Mutesellim (arabo). Megiddo, inoltre, è un importante incrocio sulla strada che congiunge il centro di Israele con la Galilea inferiore e le regioni settentrionali.  Secondo alcune interpretazioni della Bibbia cristiana, in questo luogo accadrà l’Armageddon (che deriva dal nome del posto in ebraico: monte di Megiddo) ovvero la battaglia finale tra le forze guidate da Cristo e quelle guidate da Satana alla fine del mondo.
    Nuova tappa per la visita di Akko (Acri o Tolemaide). E’ una città molto antica ricordata anche dagli egiziani nel 2000 a.C. che si trova all’estremità nord della grande baia di Haifa, in posizione strategica tanto da farla essere in ogni tempo una sorta di ponte tra oriente ed occidente. Del suo passato più recente rimangono alcuni resti nella città vecchia: le porte della terra e del mare e soprattutto la cittadella sotterranea di epoca crociata, le mura e la grande moschea di epoca turca che sorge sul luogo della chiesa dedicata a San Giovanni.
    Tempo permettendo si potrà raggiungere anche Nazareth con la visita alla chiesa oppure la visita verrà prevista la giornata successiva.
    Arrivo nel tardo di pomeriggio sul Lago di Tiberiade. Sistemazione  per 2 notti presso il Noff Ginosar Kibbutz Hotel in Deluxe room.

    3° giorno – Safed – Cafarnao – Galilea
    Partenza per la visita della Galilea superiore. Qui il territorio è lussureggiante grazie all’abbondanza dei corsi d’acqua che scendono dall’Hermon e vi sono riserve naturali e parchi nazionali. Prima tappa a Safed, una bella città in collina, dove abitavano i clan sacerdotali studiosi della Bibbia allo scoppiare della rivolta giudaica nel 66 d.C., come riportato da Giuseppe Flavio. In seguito a questo, la città divenne centro di studi biblici che ai ampliarono a tal punto da far compenetrare alla spiritualità ebraica la mistica persiana e turca. Da qui ebbe origine la ricerca del senso allegorico di tutta la Bibbia mediante assonanze, trasposizioni di vocaboli e numeri dando origine alla Cabala. La Cabala non ha esercitato notevoli influenze sulla teologica e la pratica del giudaismo, ma ha fortemente influenzato la liturgia e gli usi popolari degli Ebrei. La via di Gerusalemme attraversa la città e porta alle vecchie sinagoghe dei cabalisti risalenti al 1500. Qui si trova anche il quartiere degli artisti, il luogo più animato di Safed. Tappa a Cafarnao, citata nel Nuovo Testamento come la casa di Gesù prima di arrivare alla baia di Tabgha, luogo di molti eventi descritti nei Vangeli, tra i quali la moltiplicazione dei Pani e dei Pesci. Proseguimento per il Monte delle Beatitudini.
    Al termine della visita, rientro in albergo per il pernottamento presso il Noff Ginosar Kibbutz Hotel in Deluxe room.

    4° giorno – Beit Shean – Gerusalemme
    Prima visita della giornata a Beit Shean nel sud della Galilea. Qui si trovano i resti di un antichissimo insediamento che risale addirittura al 3500 a.C. Alcuni testi egiziani documentano che nel 1480 a.C. la città era fortificata e sede di governatorato egizio per tre secoli, grazie alla particolare posizione di transito tra l’Egitto, l’Assiria, la Babilonia e la Mesopotamia. I resti oggi visibili si trovano nella valle che scende verso il Giordano, e sono un teatro di epoca romana, un tempio, un ninfeo, una via colonnata, terme bizantine.
    Prosdeguimento per Gerusalemme. Sistemazione al Dan Panorama Hotel 4*. Pernottamento e prima colazione in Hotel.
    (la guida/austista privata rientra a Tel Aviv
    ).

    5-6-7° giorno – Gerusalemme
    Prima colazione e pernottamento in Hotel.
    Giornate da dedicare alle visite della città e dintorni per conto proprio (su richiesta è possibile prevedere una guida esperta per la visita della città).

    Gerusalemme rappresenta la capitale mistica delle tre religioni più importanti del mondo. Si può distinguere la città nuova che si è ingrandita soprattutto negli ultimi 30 anni e la città vecchia, circondata dalle mura costruite dai turchi alla metà del XVI secolo. Nella città vi sono i resti delle mura del Tempio Erodiano (il cosiddetto muro del pianto) nel quale si intratteneva Gesù e dove anche Papa Giovani Paolo II si soffermò nel suo ultimo viaggio in Terrasanta. Nessun visitatore potrà sottrarsi alla concreta impressione di camminare sulle orme di Cristo.

    8° giorno – Gerusalemme – verso il deserto del Negev – Mipse Ramon
    Prima colazione e partenza a bordo di veicolo privato con autista/guida di lingua italiana
    Si arriva in mattinata a Mipse Ramon e sistemazione per una notte presso l’Isrotel Ramon Inn 4*.

    Nel deserto israeliano del Negev, un’oasi di quiete ed ospitalità: è il Beresheet Hotel, lussuoso 5 stelle del gruppo Isrotel armonicamente inserito nello strepitoso paesaggio naturale circostante. Concepito dallo studio inglese ARA Design come un resort, con edifici bassi in pietra locale, si sviluppa attorno a un corpo centrale e 111 suite indipendenti con Spa, piscine e sale fitness. Gli arredi sono realizzati in legno ed esibiscono vibranti note di colore e, per lasciarsi rapire dalla spettacolare vista sul cratere di Ramon, generose finestre e vetrate della collezione Novecento rifinite in legno e realizzate dall’azienda piemontese Navello.

    Relax al resort prima di partire per la visita del deserto e dell’area circostante con il famoso Cratere Ramon verso cui si affaccia il resor prevedendo il North Negev, Zin desert a l’area di Sde Boker). Si rientra al resort dopo circa due ore di visita. Serata libera e pernottamento al resort.

    9° giorno – Deserto del Negev – Mar Morto
    Alla mattina prima colazione e proseguimento per il Mar Morto. Sistemazione per 2 notti presso l’Isrotel Ganim 4*.
    Resto della giornata libero e pernottamento/prima colazione.
    (la guida/austista privata rientra a Tel Aviv
    ).

    10° giorno – relax sul Mar Morto

    Prima colazione e pernottamento in hotel. Giornata libera per relax con la possibilità di praticare trattamenti SPA etc etc sul Mar Morto, enigmatico lago salato lungo 76 km e largo 17, si trova a 392 mt sotto il livello del mare. Le sue acque non ospitano apparentemente forme di vita animale o vegetale: non vi sono pesci, nè coralli, nè alghe ma soltanto invisibili microrganismi. Il paesaggio circostante è suggestivo per le montagne calcaree tinte di color rosa ed aragosta.

    Poche cose possono essere comparate all’esperienza SPA in Israele. Si capisce subito dopo aver apprezzato un trattamento con le pietre calde o un massaggio con aromaterapia, o galleggiando rinfrescati e con pace interiore dopo un trattamento Ayurvedico. La particolarità di questi momenti si capisce anche approfittando di lussuose calde vasche di legno con vista sui campi della Galilea o in una piscina di acqua minerale curativa osservando un sereno, minimalista panorama desertico. La varietà e l’originalità rendono Israele un posto unico e magnifico. E se questo non bastasse, Israele è la Terra dove si trova la più grande SPA naturale del pianeta: il Mar Morto, dove i 4 elementi fondamentali – aria, acqua, terra e sole – si incontrano in una magica armonia.
    La multiculturalità di Israele e le relative particolari cure naturali, creano una scelta vastissima di trattamenti.
    Massaggi e bagni con una miriade di oli aromatici provenienti da ogni parte del mondo sono solo l’inizio. Alcune SPA offrono massaggi tailandesi con canne di bamboo per allontanare la tensione. I massaggi con le pietre calde, inventato tra le culture dei nativi americani e degli asiatici, dove le pietre si crede abbiano un significato tanto spirituale quanto curativo; dall’India invece, destinazione amata dai ventenni israeliani in giro per il mondo, proviene l’Ayurveda. È una scuola di trattamenti i cui risultati rivelano perché la parola significa “scienza del vivere”. Questa selezione continua con trattamenti dalle Haway, dalla Cina e da molti altri posti, a seconda delle specialità delle valide equipe al servizio in ogni SPA.
    Si scoprirà che il Mar Morto in realtà è vivo, con ottime qualità curative e ringiovanenti. Con 21 diversi minerali disciolti nell’acqua, questo è il bacino più ricco di minerali al mondo. Magnesio, potassio, calcio e zinco sono famosi per le loro proprietà nutritive per la pelle e i capelli, per curare la psoriasi e relativi fastidi.
    A circa 400 metri sotto il livello del mare, appunto il posto più basso del mondo, anche l’aria è speciale: è ricca di ossigeno e di microscopiche particelle di bromuro che rivitalizzano anima e corpo. Nel Mar Morto si scoprirà cosa vuol dire veramente fare i fanghi, trattamento che permette ai minerali di eliminare come per magia le tossine, la stanchezza e la tensione.

    Durante il soggiorno suggeriamo di prevedere una escursione a MASADA e QUMRAN che potrete organizzare direttamente con l’hotel.
    Fortezza di Masada, dove il re Erode il Grande nel 30 avanti Cristo fece costruire una fortificazione con una quarantina di torri alte più di venti metri, rendendola pressoché inespugnabile. Nel 74 dopo Cristo, durante la prima guerra giudaica, l’esercito romano l’accerchiò e gli assediati, dopo una strenua resistenza durata più di due anni, si suicidarono in massa.
    Dopo la sua presa, Masada rimase in mano ai romani fino a tutta l’epoca bizantina. In questo periodo venne abitata a lungo da monaci cristiani che vi costruirono anche una basilica. Dopo l’invasione araba, il luogo venne abbandonato e si perse addirittura il ricordo della sua posizione; venne infine riscoperta oltre un secolo e mezzo fa per diventare simbolo della causa sionista. L’imponente terrapieno è visibile oggi dai resti della Fortezza e Masada, in parte ricostruita, è diventata una località così importante anche grazie agli scavi compiuti a partire dagli anni ’60 sotto la guida di Yigaël Yadin. Sono state riportate alla luce le vestigia dell’antica fortezza: evidenti risultano i segni dei campi militari romani, con mosaici di notevole qualità, bagni e anche i massi di pietra lanciati dalle catapulte. Come segno dell’occupazione zelota resta solo una piccola sinagoga, mentre più recente, risalente al quinto secolo, è una basilica fatta costruire da monaci penitenziali.
    Qumran, luogo di scoperta dei famosi “rotoli” che oggi sono esposti al Tempio del Libro in Gerusalemme e rappresentano alcuni  tra i ritrovamenti più importanti in tutta la storia di Israele.

    11° giorno – Mar Morto – Tel Aviv – Italia
    Prima colazione e mattina libera. Quindi trasferimento su base privata dal Mar Morto all’aeroporto di Tel Aviv in tempo utile per il disbrigo delle formalità di imbarco per il volo Alitalia via Roma (oppure diretto con El Al, in base alla migliore tariffa aerea disponibile).

    Attenzione: per ragioni di disponibilità o operative delle guide local, il il programma potrebbe anche essere svolto terminando con Gerusalemmne.

    Quota in aggiornamento

    Richiesta informazioni

    Sei interessato a ricevere informazioni sulle nostre proposte di viaggio?

    Clicca sul pulsante sottostante per inviare la tua richiesta.

    Altri itinerari interessanti

    Giordania

    Giordania e Gerusalemme – 8 giorni

    Tour individuale – minimo 2 partecipanti, partenze garantite ogni Martedì. Le escursioni previste in Israele sono in condivisione e con guida locale parlante inglese, mentre

    Giordania

    Paesi scolpiti nella roccia – 10 giorni

    Tour con date di partenza garantite con guida locale parlante italiano, tra Israele e Giordania. Minimo 2 partecipanti. L’itinerario proposto è un SOLO TOUR a

    Giordania

    Passato e presente – 7 giorni

    Tour con date di partenza garantite con guida locale parlante italiano, tra Israele e Giordania. Minimo 2 partecipanti. L’itinerario proposto è un SOLO TOUR a