fbpx

Australia e isola dei Pini in Nuova Caledonia – 23 giorni

Australia e isola dei Pini in Nuova Caledonia – 23 giorni
Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Una idea per un viaggio in AUSTRALIA e soggiorno mare in NUOVA CALEDONIA

    Naturalmente queste solo indicazioni per una prima scelta del viaggio “ideale” che potremo elaborare al meglio secondo le vostre esigenze ed interessi, così come la permanenza nelle varie località indicate in base al periodo prescelto. Anche gli Hotels verranno scelti e suggeriti in base al budget che dedicherete al vostro “Viaggio di Nozze”  tenendo presente che le destinazioni indicate offrono diverse categorie di alberghi. Anche la parte aerea, per raggiungere queste destinazioni, verrà elaborata tenendo presente la città ideale di partenza e la migliori tariffa disponibile per la data indicata.

    Gli “highlights” di questo viaggio sono:

    Melbourne

    Arrivo a Melbourne e giornate libere per visitare la città. Cosa vedere a Melbourne? 

    Federation Square – E’ questo uno dei più ambiziosi e complessi progetti architettonici mai realizzati nel Victoria. Posta nel cuore del centro di Melbourne e a pochi passi dal fiume Yarra.

    Melbourne Aquarium – Il Melbourne Aquarium è una tappa obbligatoria per ogni visitatore; posto sulle rive del fiume Yarra nel centro della città, esso ospita migliaia di esemplari della fauna marina presente nell’oceano meridionale.

    Melbourne Museum – dalle caratteristiche prettamente modernistiche, è il più grande complesso di musei dell’emisfero meridionale. Posto su sei vastissimi piani, tre dei quali sotterranei, il museo sfrutta le tecnologie più avanzate per immergere il visitatore nella cultura, nella flora e nella fauna uniche del Paese. Eccezionale la Forest Gallery, un’interpretazione, diciamo “dal vivo”, della foresta temperata del Victoria, dove si possono ammirare ben 8,000 piante di oltre 120 specie differenti.

    Melbourne River Cruises – Le crociere fluviali di Melbourne partono dal lungo fiume di Southbank e dal Princess Bridge accanto alla stazione ferroviaria di Flinders Street e, grazie alle spiegazioni del comandante, si ha modo di saperne di più sulle interessanti zone che si visitano lungo il fiume.

    Da Melbourne alla great Ocean Road

    Con auto a noleggio si parte verso la great ocean Road, la strada panoramica che collega Melbourne ad Adelaide e viceversa. La costa del Victoria è molto varia: spiagge deserte e rocciose, spiagge battute dalle onde e habitat naturale dei surfisti o coste a strapiombo. Tra le attrattive principali vi è Apollo Bay quale punto panoramico per osservare le formazioni rocciose dei Dodici Apostoli che pare emergano dal mare.

    Dalla Great Ocean Road a Kangaroo Island

    Si percorre l’ultimo tratto della Great Ocean road fino ad arrivare al porto  mattino proseguimento delle ultime visite prima di Adelaide da dove ci si imbarca sul traghetto per Kangaroo Island.

    Kangaroo Island rappresenta un vero e proprio eden naturalistico: occupata per il 70% da venti parchi nazionali rappresenta l’ habitat naturale della fauna tipica dell’intero continente: in nessun altro luogo in Australia potreste ammirare da vicino, liberi e nel loro ambiente naturale, i piccoli e famosi Koala oltre a canguri, emù echidna e alla popolata colonia di leoni marini, ben il 10% dei leoni marini presenti nell’intero globo terrestre. Convivono vari ecosistemi differenti: dall’oceano al deserto di Little Sahara, dagli ambienti umidi e palustri alle pianure dell’interno. In primavera fioriscono settecento varietà di fiori, tra cui cinquanta tipi di orchidee. Per gli aborigeni, l’isola ha un valore sacro: secondo una leggenda le anime dei morti, prima di salire in cielo, migrano lì per purificarsi.

    da Adelaide al Red Centre, Ayers Rock

    Da Adelaide si vola ad Ayers Rock.  Per visitare la zona del Red Centre suggeriamo di noleggiare un’auto.

    Giornate di visite, per conto proprio, all’area intorno al monolito o per raggiungere i Monti Olgas.

    Il simbolo per eccellenza dell’Australia: il fascino di Ayers Rock. Questo misterioso Monolito di sabbia, situato a 500 Km a Sud-Ovest di Alice Springs, è alto 350 m. e largo 7.5 Km. Non è una roccia, ma la punta di un conglomerato di sassolini, fondo di ciò che fu un lago interno circa 600 milioni di anni fa. Per gli aborigeni, la Roccia è il “Luogo Sacro dei Sogni”, e tutt’intorno si trovano pitture rupestri. E’ interessante osservare come la Roccia cambia drasticamente colore a seconda della luce e del tempo.

    da Ayers Rock a Kings Canyon

    da Ayers Rock si prosegue verso king canyon. Tempo libero per la salita e passeggiata sul canyon, escursione che vi porterà al Kings Canyon e da dedicare ad una camminata di circa 3 ore sul bordo del Canyon. Profondo oltre 300 m ha colori e viste spettacolari.

    Particolarmente suggestive le aree chiamate “Lost City”, “Aladins Lamp” e ” Garden of Eden”, un’oasi con antichissime palme e felci. La camminata è ripida, adatta a chi è in buona forma fisica. In alternativa si può percorrere il sentiero più facile alla base del canyon. 

    da Kings Canyon ad Alice Springs

    si parte verso Alice Springs lungo la Mereenie Loop Road (accessibile solo con un veicolo 4×4), una strada di collegamento a Kings Canyon da sempre utilizzata dagli aborigeni e dagli esperti bushmen per raggiungere Alice Springs.

    Lungo il percorso possibilità di osservare Gosse Bluff. Scientificamente si tratta di un cratere provocato dalla caduta di una meteora milioni di anni fa, la leggenda aborigena naturalmente è ben diversa: durante una danza degli antenati svoltasi sulla Via Lattea una madre appoggiò il suo bimbo nella culla poco distante. Inavvertitamente questo cadde sulla Terra e venne ricoperto dal terriccio e dalla vegetazione. A nulla valsero le ricerche del piccolo corpicino e ancora oggi la Stella del Mattino, la Madre, e quella della Sera, il Padre vegliano sul cumulo di terra alla ricerca del bimbo perduto.

    Proseguimento prima lungo la Namatjira Road attraverso i Well Mac Donnell Ranger poi lungo la Larapinta Drive fino ad Alice Springs. 

    Da Alice Springs a Noumea in nuova Caledonia

    Si lascia Alice Springs per raggiungere con un volo lo Nuova Caledonia, a Noumea dove potrebbe essere necessario trascorrere una notte prima di arrivare sull‘isola dei Pini.

    A sud di Nouméa, questa terra concentra le bellezze del Pacifico. A cominciare dalla dolcezza di vivere, emanata dal sorriso dei suoi abitanti e dalla loro abilità di non affrettare mai i tempi. “Perché misurarlo, non si fermerà mai” sembra vogliano farci capire. Immacolata e strabiliante, la natura si estende a perdita d’occhio dalle spiagge deserte, costeggiate da piccoli sentieri ombreggiati da banani e dai pini colonnari.

    Dominata dal picco Nga (262 metri d’altezza), l’île des Pins emerge da una laguna, inserita nella prestigiosa Lista del Patrimonio mondiale Unesco, le cui acque sono di un blu che quasi abbaglia la vista. La piscina naturale della baia d’Oro ne è senza dubbio l’esempio più fedele.

    Dalla Nuova Caledonia si ritorna in Australia, per l’ultima tappa a Sydney

    Sydney, la città più famosa d’Australia, meta fondamentale per chiunque visiti questo meraviglioso Paese. Luminosa e vitale, offre bellezze naturali incomparabili, come la baia e le moltissime spiagge della costa, ma anche centri commerciali, teatri, spettacoli culturali di ogni tipo e uno splendido giardino botanico.

    Per conoscere Sydney partite dalla famosa Opera House, passeggiando lungo la baia sino a raggiungere il giardino botanico, maestoso e rilassante, con stormi di pappagalli bianchi che scendono a terra in cerca di cibo. Proseguite poi lungo la passeggiata che conduce al Circular Quay, dove potrete prendere il traghetto che con una breve crociera nella baia porta all’acquario sottomarino di Darling Harbour (vedrete mante gigantesche che ondeggiano sul Vostro capo) o al Taranga Zoo, dove potrete osservare tutte le specie animali più insolite che abitano la grande isola-continente Australia.

    Sempre dall’Opera House potrete raggiungere la zona storica dei Rocks, un tempo i magazzini coloniali inglesi oggi ristrutturati per diventare centro commerciale e zona di svago: giocolieri, musicisti e artisti da strada allietano i passanti a caccia di souvenirs o di una buona birra australiana. Per il pranzo consigliamo il Fish Market a Darling Harbour, dove potrete scegliere il trancio di pesce che preferite e vederlo cucinare sotto i Vostri occhi. Per la cena invece, consigliamo ottimi manicaretti a base di pesce presso il Waterfront Restaurant dei Rocks, con baia illuminata come scenario, veramente mozzafiato.

    Questa è la nostra per la vostra “Luna di Miele”. In base alla durata ideale al vostro budget, saremo in grado di studiare e proporre la soluzione di viaggio “su misura” per Voi.

    Quotazione su richiesta 
    Richiedi informazioni su questo itinerario

    Altri itinerari interessanti

    Expo Dubai

    Ricevi gratuitamente la guida PDF con i nostri itinerari.

    Compila il form sottostante